Desire is hunger is the fire I breathe


Come disse l’immortale Patti Smith, sugellando una delle più belle canzoni di sempre, e le mie notti adolescenti a domandarmi cosa cazzo Enrico Ghezzi, che aveva montato la canzone su spezzoni di vecchi film (muti?) avesse in mente. La canzone scuoteva, premeva, suggeriva, la bellezza dell’amore e della notte. sicchè se la ascolto ripetutamente come stasera, che sono in vena, mi viene fuori una roba del genere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...