10 anni di schermi (parte2)


il nokia n800. Ovvero l’Internet Tablet. Ebbene sì per voi amici della mela morsicata, il primo tablet pensato in maniera moderna è Nokia, ed è di soli 4.3 pollici. praticamente un iphone di oggi. Ma all’epoca nokia aveva già sfornato il n700, il primo vero internet tablet, con tanto di sistema operativo linux (android ti fischiano le orecchie?). i problemi dell’aggeggio però erano molti.

Intanto lo schermo resistivo, che avevi voglia a schiacciare con le dita, le interfacce erano mica sempre pensate per l’utente sprovvisto di voglia per il pennino.

Poi le dimensioni, che come nei migliori android degli ultimi anni, avevano la gobba. Ma perchè la gobba? Era pure utile. da una parte riponevi il comodo pennino, Dall’altra come per magia, a molla, veniva fuori la webcam, che potevi girare verso di te (per tipo usare skype) o verso gli altri (per tipo fare le foto, in 640×480, ridiamo tutti, oppure per la realtà aumentata. come non esisteva ancora la realtà aumentata? ah vabbè, allora solo per le foto).

Gli speakers stereo però, nascosti sotto la griglia in puro alluminio, funzionavano bene. e in generale la qualità costruttiva era buona, e il software era superbo.

Era chiaramente un sogno Nerd, soprattutto perchè chi sviluppava in Nokia sta cosa aveva contro tutti gli altri, che li perculavano con la dirigenza un giorno sì e l’altro anche, ma di soddisfazioni ne ha date.

Intanto perchè Maemo (il sistema operativo) era studiato bene e pensato meglio. e in un’epoca in cui i processari arm viaggiavano sui 266mhz monoprocessore e la ram che ci mettevano dentro non superava i 256mb sto coso viaggiava e faceva tutto. molto più leggero di Android, molto più custom di IOS.

Poi è successo che Nokia ne ha fatti un altro paio di si così, ma non li ha più chiamati internet tablet, che all’epoca stavano diventando smartphone. Poi Nokia si è accorta che Apple le faceva ciao con la manina dalla cosria di sorpasso. Da lì il panico è stato un attimo e gettersi nelle braccia di Windows un’altro. E quindi morì il sogno di Maemo, il sistema operativo linux x processori arm libero e con mille sviluppatori che oggi potrebbe essere Android, e invece no.

Annunci

3 pensieri su “10 anni di schermi (parte2)

    • il 700 (o770?) era star trek nella quotidianità di 10 anni fa. se penso a come nokia si è distrutta dall’interno tra faide e di come si è svenduta all’OS che non sarà mai popolare abbastanza da salvarla, mi vien male.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...